giovedì 26 febbraio 2015

Saper gestire l’amore

Quando Eros diventa una morsa soffocante

immagine tratta da Tuttasalute.net


 A volte l’unione di coppia può diventare soffocante e provocare disagio, una situazione difficile da ammettere prima di tutto a se stessi.
- Lo/La amo così tanto e allora perché mi manca l’aria? Che mi stia stufando? - Sono le prime domande che timidamente si affacciano alla coscienza
In cuor nostro sappiamo che non è questione di essere stufi o di aver voglia di sfarfalleggiare su altri fiori, eppure non riusciamo a capire il senso del nostro malessere. Ciò che sta accadendo dipende dalla morsa soffocante di Eros, di ciò ne parlo in Dimmi che mi ami nel momento in cui la protagonista della storia, Leda, si rende conto di essere troppo stretta nella morsa di Eros. Che fare? Prenderne atto con serenità è il primo passo, sottolineo serenità perché non è in sé qualcosa di negativo essere nella morsa di Eros, ma lo diventa col tempo se non sappiamo come gestire la situazione.
La prima e fondamentale tappa è litigare. Discutere anche animatamente senza peli sulla lingua aiuta a purificare la relazione perché si impara a dirsi tutto, anche ciò che non si vorrebbe dire. Ad esempio “sei un o una rompiscatole!”
La seconda è ritagliarsi sempre degli spazi privati, nessuno può occupare completamente la nostra vita.
La terza è avere anche un progetto personale e non solo comune. Ciò è utile per portare nuova energia e linfa nella coppia che siamo diventati.
Importante: il litigio deve iniziare quando la relazione è diventata solida e si ha confidenza, prima potrebbe significare che non siamo fatti per stare insieme.

Maria Giovanna Farina

martedì 10 febbraio 2015

Cibo e amore: un connubio consolidato

Una torta per dire Ti amo



Non sto dicendo nulla di nuovo quando affermo che il cibo e l’amore formano una coppia consolidata da anni di riflessioni e messe in pratica. Ma l’amore non si ferma alla coppia bensì come forza universale, ce lo dice Platone nel Simposio, sa espandersi nei vari campi nella nostra vita. Quando un’artista legge un libro può pensare di creare qualcosa che lo rappresenti. Si tratta di Valentina della pasticceria La rosetta di Seregno in provincia di Monza Brianza. Con una verve creativa e artistica, dopo aver letto il libro ha realizzato le due torte di cui parlo nel mio romanzo Dimmi che ami. C’è chi fa le recensioni e c’è chi fa le torte….Eccole!

clicca l'immagine per aprire la gallery




lunedì 2 febbraio 2015

Video: Dimmi che mi ami



Presentazione di Dimmi che mi ami 

Per chi non c’era a la Feltrinelli: una piccola parte che dà il senso dell’incontro. Maria Giovanna Farina e Francesco Alberoni parlano del romanzo. Dimmi che mi ami, Silele Edizioni