mercoledì 20 maggio 2015

L'amore è utopia


Siamo sicuri che utopia sia 

"amore irrealizzabile"?





Utopia, acrilico su tela di Flavio Lappo

L’amore è un’utopia, esiste solo l’attrazione sessuale”

Una frase tratta dai bigliettini scritti dai partecipanti all'incontro “Abbi cura dell'amore, conto la violenza usiamo i sentimenti” tenutosi a Matera lo scorso marzo. Cosa ci comunica questo pensiero? Prima di tutto una certa delusione nei confronti del sentimento universale a cui tutti vorremmo giungere. Abbiamo bisogno di essere amati, questa è una verità incontrovertibile, ma in coppia abbiamo la necessità anche di essere desiderati. Di attrarre l'altro o l'altra. Amore passionale è amore erotico unito ad amore sentimentale, due espressioni che convivono. Certo se scopriamo che l'altro o l'altra ha un interesse solo sessuale nei nostri confronti rimaniamo delusi e sfiduciati. Il nostro amore è stato mal riposto e ciò ci segna nel profondo.
L'amore è un'alchimia delicata e forte, potente e fragile. Far vivere questo sentimento nella coppia richiede un lavoro quotidiano continuo, naturalmente se abbiamo voglia di impegnarci. Dipende molto da noi che l'unione di anima e corpo si realizzi, proviamo ad aprirci all'incontro, a lasciarci trapassare dalle frecce di Eros e poi cerchiamo di valutare se si tratta di: attrazione, desiderio sessuale, infatuazione o qualcosa di più forte e continuo. Se l'altro ci manca non solo come corpo ma anche come anima, forse siamo sulla strada dell'amore. E pensare che il termine utopia non significa solo luogo che non esiste (termine coniato da Tommaso Moro nel 1516 per indicare la città ideale chiamata Utopia), ma in greco antico può rimandare anche al luogo dove si sta Bene e quindi dove si è Felici. In questa accezione l'amore è utopia!

Maria Giovanna Farina

© Riproduzione riservata

lunedì 18 maggio 2015

Collaborazione con Frasi celebri

Novità

Da oggi 18 maggio Frasi celebri, il primo sito italiano di citazioni, si avvarrà anche delle frasi tratte dal mio romanzo Dimmi che mi ami, Silele edizioni. In fondo alla home del blog travate ogni giorno una citazione anche di altri autori.




lunedì 4 maggio 2015

Letteratura e arte

Parlare d'amore con le immagini


Il romanzo Dimmi che mi ami ed. Silele è stato raccontato da alcuni artisti attraverso dipinti, disegni e con la fotografia. Tecniche diverse per rappresentare il sentimento e la passione di una coppia di innamorati che attraverso la vita insieme ha trovato il senso dell'amore. Amore è libertà, cura, terapia, complicità, passione, beatitudine, scontro, a volte litigio, per trovare l'intesa profonda... Chi ama vive in armonia con se stesso e con gli altri. Chi legge si immagina e pensa, poi esprime con la propria arte.

Ma ora la parola alle immagini, pubblico le prime:

Flavio Lappo, L'incontro tra due universi, acrilico su tela 50X70



Daniela Carcano: Dimmi che mi ami, acrilico e la tela è 50x40





Maria Luisa Dominguez Bascoy: Un lungo addio, olio su tela 70x50


Rosa Colacoci: Più ti leggo, più mi innamoro di te, fotografia




Georgio Gjergj Kola: Il bacio, olio su cartone (30x25cm) 




Donatella Signorino: Il centro del mondo, disegno a matita 24×33

 




Michelangelo Cannizzaro, Lei e Lui, disegno a china



venerdì 1 maggio 2015